vittoria-campionato-2012

Calosi Racing


logo-calosi-racing

L’ autofficina Calosi, fu fondata nel 1969 da Mauro Calosi come officina riparazione auto, ma con un occhio di riguardo per il mondo delle corse e delle auto sportive in generale..

Le prime esperienze agonistiche di Mauro Calosi, come dalla maggior parte dei preparatori degli anni 60’, furono rivolte verso la preparazione delle piccole Fiat 500, che tanto insegnarono ai meccanici di quei fantastici anni, e che sfornarono un vero e proprio esercito di giovani e promettenti piloti....

In virtù delle esperienze maturate da Calosi si passa poi negli anni 80’ ai Rally locali con la Fiat 128 GR2, in seguito l’ autocross sempre con la Fiat 128, che nel 1982 regala un 1° posto assoluto a Calosi Mauro.

Nei primi anni 90’ ancora alcune gare di autocross su A112 e Fiat Ritmo, prima di dedicarsi alla preparazione e allo sviluppo di una Autobianchi A112 Prototipi, che viene condotta sempre da Mauro in alcune competizioni slalom.

Gli anni 90’, vedono un aumento dei costi delle gare e un calo di interesse da parte del pubblico, condizione che vedrà un progressivo raffreddarsi dell’ entusiasmo e della voglia di fare che tanto aveva caratterizzato gli anni 60’.

Nel frattempo l’ azienda si è lentamente trasformata, orientando le proprie energie verso il restauro delle Fiat 500, un settore per il quale l’ azienda è divenuta negli anni un autentico punto di riferimento in Italia e in buona parte dell’ Europa.

Nel 1997, anche per l’ effetto dell’ ingresso in Azienda del figlio di Mauro Calosi, Gianni, si riapre un nuovo spiraglio nel mondo delle competizioni Automobilistiche ed in particolare quello delle Autostoriche di rientrare nel fantastico mondo delle corse. Da qui in poi, alcune gare di Mauro Calosi a bordo di una 500 Giannini TV, fino al primo serio impegno di partecipazione al Campionato Italiano nell’ anno 2000 da parte del figlio Gianni su Autobianchi A112 che sfiora non solo il titolo italiano, ma anche il Campionato Assoluto Autostoriche.

Si alternano all’ interno del Team alcuni piloti fino ad arrivare nell’ anno 2001 all’ incontro di Gabriele Ciabattini, giovane pilota di Castellina in Chianti, che darà il via alla magica avventura della Calosi Racing.

Gabriele da il via al suo speciale viaggio nelle Autostoriche cominciando l’ avventura agonistica nella classe turismo di serie a bordo di una Giannini 590 GT, partecipando ad alcune gare del Campionato toscano e umbro, prima di passare alla categoria Turismo Competizione nella quale conquisterà alcuni piazzamenti.

La vera svolta arriva nell’ anno 2006 quando si decide il passaggio alla categoria regina ovvero la 700 TC, una classe molto agguerrita e ricca di piloti di rilievo.

Dieci sono gli appuntamenti del Campionato 2006, e Gabriele a bordo della sua Giannini riesce a centrare per 8 volte il 1° posto di classe e diventa così protagonista  incontrastato del Campionato Italiano, infliggendo distacchi abissali agli altri concorrenti, questo grazie alle buoni doti del pilota istintivo il quale è Gabriele e la messa a punto meticolosa della vettura in base ad ogni tipo di tracciato.

Il risultato finale dell’ annata 2006, vede Gabriele Ciabattini come 1° classificato al Campionato Italiano Autostoriche categoria TC 700 e 1° assoluto Autostoriche, un risultato eccezionale che sarà lo slancio per bissare anche l’ anno 2007 come Campionato di Classe.

L’ anno 2008 è un anno di riflessione per Gabriele Ciabattini, ma soprattutto un anno di attesa nel grande salto, infatti nell’ Autofficina passata nel frattempo sotto la guida di Gianni Calosi si sta preparando “il mostro”, ovvero il prototipo Lucchini motore Alfa Romeo 2005 che Gabriele piloterà nella stagione 2009.

Questo nuovo anno di gare vedrà Gianni e Mauro Calosi impegnati su più fronti: nel settore TS classe 850 un pilota, esordiente di Siena riuscirà a fare suo il  Titolo Italiano di Classe, mentre nel settore Prototipi la nuova vettura di Ciabattini, renderà necessario il massimo impegno del Team e la cura scrupolosa di ogni particolare al via della 1° Gara di Radicondoli, la Lucchini di Ciabattini + senza dubbio la vettura più ammirata, e Gabriele dal canto suo partito con un pò di tensione nel 1° appuntamento stagionale, riesce a prendere più confidenza nella successiva prova di Cortona, corsa sul bagnato, fino ad arrivare all’ appuntamento della Bologna-Raticosa con più concentrazione e determinazione, infatti concluderà al 3° posto ad un soffio dal 2° classificato.

Ultimi video

Tot. visite contenuti : 210930
 
Privacy Policy

Realizzato da Di Fulvio Grafica ©
Specializzati nei servizi per l' immagine di piloti, team e organizzatori gare